Rifiuti, scacco matto di Cerroni alla Polverini

Dichiarazione dei Consiglieri regionali Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo, Lista Bonino Pannella Federalisti europei

Il Consiglio straordinario di oggi è stato davvero istruttivo soprattutto perché si è tenuto in contemporanea all’audizione di vari soggetti presso la Commissione presieduta dall’On. Pecorella, che si occupa delle ecomafie presso la Camera dei Deputati. Dal combinato disposto di quanto ascoltato in aula qui alla Pisana con quanto dichiarato in particolar modo dal Cerroni presso la Commissione emerge chiaramente un quadro di questo tipo. Cerroni aveva opzionato il terreno di Quadro Alto e il Prefetto Pecoraro non lo sapeva. Pochissimi giorni dopo il decreto del Prefetto che ha indicato la discarica di Quadro Alto a Riano come la più importante tra le due provvisorie per far fronte al dopo Malagrotta la Co.la.ri di Cerroni, già proprietaria e gestore di Malagrotta, ha acquistato il terreno di quadro alto, a quanto pare condizionando l’efficacia dell’acquisto al fatto che sul terreno entro dieci anni si realizzi una discarica.

Il Prefetto, rimproverato dall’On. Pecorella, per bocca della Polverini, ha detto che agirà con l’esproprio.

Il Cerroni per bocca sua ha detto che se la vedranno gli avvocati.

Fino a qui il profilo relativo alla proprietà.

Quanto al profilo della gestione della discarica l’assessore Di Paolo ha detto che si agirà con gara comunitaria.

Il Cerroni ha detto che lui non parteciperà ad alcuna gara, e dunque probabilmente impugnerà il bando, avendo la Co.la.ri diritto in qualità di proprietaria del terreno, a gestire direttamente la discarica.

E questa è la situazione relativa alla gestione della prospettata discarica di Riano. Dal punto di vista amministrativo Cerroni pare proprio aver fatto scacco matto alla Polverini.

È infatti evidente che se non si raggiunge l’accordo con la Co.la.ri quanto al profilo della gestione la discarica di Riano non aprirà e Malagrotta non chiuderà fino a quando non sarà risolta la querelle solo oggi iniziata.

Comunque la si veda tantissimi soldi continueranno a finire nelle casse della Co.la.ri perché ove Cerroni dovesse mettersi di traverso nel breve volgere di due o tre giorni si arriverebbe alla situazione Napoletana. Allo stato delle conoscenze appare chiaro che questa giunta è stata assolutamente incapace di rompere il monopolio della Co.la.ri e del Cerroni.

Posted on: 21 Ottobre 2011, by :