Rifiuti/ Testa di Cane, Radicali: Quando la Polverini disse “È CASA SUA”

Dichiarazione dei consiglieri regionali del Lazio Giuseppe Rossodivita e Rocco Berardo, Lista Bonino Pannella Federalisti Europei

In queste ore sta emergendo sui rifiuti il tal quale di dichiarazioni. Ne vogliamo ricordare in particolare una, detta dalla Presidente Polverini candidamente in aula, qualche settimana fa, quando in risposta al consigliere Angelo Bonelli sul perché non avesse fatto nulla in relazione ai movimenti di terra avvenuti nella proprietà di Cerroni a Testa di Cane, rispose: perché quella è casa sua. (Pubblichiamo il resoconto d’aula sul sito www.radicalilazio.it)
Se fossimo in un paese anglosassone, visto il sequestro della discarica “abusiva” di Testa di Cane eseguito dai carabinieri del Noe, il Presidente della Regione si sarebbe già dimesso.
Intanto, mentre si apprende, dal sito “affaritaliani.it”, che i tempi per la chiusura della più grande discarica d’Europa sono più lunghi di quanto annunciato dalla Polverini, Cerroni, senza nessuna smentita, continua a dichiarare che la sua discarica sarà esaurita entro il 6 gennaio 2012. Questa discrepanza fra i tempi può comportare una gravissima emergenza rifiuti a Roma. Per questi motivi chiediamo un’urgente audizione di Manlio Cerroni in Commissione Ambiente.

Posted on: 23 Novembre 2011, by :